GUIDA GALATTICA AL FLASH PER FOTOGRAFI DI STRADA

Con il titolo ho voluto scherzare ma non troppo...

Questa non è la classica guida al flash dove si spiega la tecnica, andiamo avanti.

Spesso e volentieri, soprattuto nell’ultimo periodo, in giro noto molte foto fatte in strada con il flash ma davvero in poche l’uso del flash è veramente giustificato.C’è chi usa il flash solo come Jolly per quando non sa cosa fotografare e c’è chi ne fa un uso veramente improprio dando solo conferme in pasto alle critiche che spesso chi fa questo genere è abituato ad ascoltare.

Il flash è bello e provoca dipendenza, rende surreale il reale, ti permette di giocare con le luci artificiali per creare “galattiche” scie colorate che lasciano l’osservatore con il fiato sospeso, ma se poi la foto in sè oltre alla scia, non ha nient’altro da dire, che senso ha?

Personalmente ho scelto di usare il flash perché mi rispecchia come persona, e ho sempre cercato di esprimere quello che vedo attraverso i volti  degli altri, c’è chi lo fa con i simboli, chi con i paesaggi, chi con l’architettura… Io lo faccio con le facce o meglio i ritratti. Da qui ad uscire per fare un tiro al piccione e sparare flash su tutto quello che è animato però ne passa di strada. Cerco piuttosto volti interessanti che rimangono in mente all’osservatore e che possano essere ben valorizzati dall’uso della luce.

Non è la scia il grimaldello che fa avere un senso alla vostra foto con il flash, casomai, quella deve essere una bella “coincidenza” ma non deve essere il soggetto principe della foto, almeno fin quando non riuscite a controllarla, e sfruttarla per dire veramente qualcosa. La scusa della frenesia della città ecc… è vecchia, non regge, si possono fare foto dinamiche e frenetiche anche senza mandarle troppo a sciare.

Un altro punto fondamentale della fotografia di strada con il flash è l’aspetto provocatorio e libertino che porta con sé. Per funzionare, ha bisogno di essere sporca, e poco formale. Il flash tende ad estremizzare ciò che illumina, se si riesce a posizionare bene si può rendere drammatica una foto di una ragazza che ride o rendere ironica una foto di una ragazza che piange, questi ovviamente sono solo esempi, le variabili sono tantissime, sta a voi riuscire a trovare quello che volete comunicare e portarlo in pratica. Nessuno vi vieta di usarlo come semplice illuminatore per aprire le ombre ed ampliare i contrasti e la gamma tonale per dare un aspetto più fashion alle vostre foto, ma dal momento che quando siamo in strada non stiamo facendo fotografia di matrimonio, perché non usarlo in modo più creativo?

Per essere chiari, questo è un mio punto di vista, ci sono ovviamente delle bellissime eccezioni, ma credo che per andare oltre, non bastano pochi giorni di studio, ma anni di lavoro e sperimentazione e il percorso va fatto gradualmente.

Spesso diverse persone mi chiedono: ma la gente si arrabbia quando viene sflashata all’improvviso? Non è un tipo di fotografia troppo aggressivo?

Tutto dipende dal fotografo, c’è modo e modo di fare fotografia con il flash così come in altri generi. Quando le facciamo, dobbiamo essere rapidi e sicuri nei movimenti, senza esitare, e ancora, bisogna sapersi nascondere ma al tempo stesso essere chiari nei movimenti, il soggetto si deve rendere conto che gli stai facendo una foto al momento esatto in cui fai la foto, vedrete che magicamente nessuno si arrabbia, al limite ne esce incuriosito e ti chiede perché. Se sei veloce e non sei impacciato puoi anche riuscire a fare la foto senza che nemmeno il soggetto se ne renda conto, ma sono cose che arriveranno con tanta pratica. L’eccezione c’è, ogni tanto chi si arrabbia lo trovate, ma solitamente sono gli stessi tipi con cui si può litigare anche per motivi più ordinari, come per un parcheggio, una fila al supermercato ecc… è gente che vuole solo un pretesto per litigare, e con il tempo riuscirete anche a riconoscere queste persone, sono le più classiche, e fortuna vuole che sono anche le meno interessanti da fotografare.

Esatto! anche per fotografare con il flash occorre una ricerca ben organizzata, c’è da sapere cosa e chi fotografare, è un’accurata selezione che alla fine dovrà parlare di voi, ci vuole, istinto, empatia, generosità e passione. Molti credono che basta sparare il flash a qualunque cosa si muova, o peggio ancora credono che sia una prova di coraggio, questa è la migliore strada per andarsi a mettere nei casini. Il mio consiglio è se dovete usare il flash, fatene uno strumento di espressione, non solamente un pretesto o un deterrente.

 

 

 

 

Salvatore Matarazzo Photographer - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - P.I: 02085130462
Copyright © 2016 - Viareggio -  Quartiere Anna Frank 52 - 55049

Realizzato da Soluzione Web